Quattro gambe nude in un letto

Quattro gambe nude in un letto

di Helen Simpson

Sono commesse, impiegate, dattilografe, studentesse. Sono quasi tutte giovani donne dell'Inghilterra di oggi più libere sessualmente delle loro nonne, ma pur sempre costrette a confrontarsi con la "diversità" degli uomini. Molte di loro sono timide e a volte anche un po' spaventate: eppure alla fine ce la fanno. L'autrice non si fa guidare da un vacuo ottimismo, né si fa illusioni sulla solidarietà tra donne, che anzi spesso vede divise e contrapposte da invidie e gelosie. Ma sta comunque saldamente dalla parte delle donne, della loro ricerca dei modi e delle forme con cui affermare la propria difficile autonomia, la propria identità, la propria differenza.