Omicidio a villa Byzantine

Omicidio a villa Byzantine

di R. T. Raichev

Per gli amanti del giallo classico, tornano le indagini della coppia formata dalla ex bibliotecaria Antonia Darcy e da suo marito, il maggiore Hugh Payne, questa volta alle prese con il doppio delitto che insanguina la bizzarra dimora di un collezionista. Durante il cocktail party per il compleanno della stizzosa attrice Melisande Chevret, Antonia e Hugh fanno la conoscenza di Stella Markoff, eccentrica signora bulgara dal passato oscuro, e di sua figlia Moon, adolescente dark con un debole per i videogiochi a elevato spargimento di sangue. Poche settimane dopo, il cadavere di Stella viene ritrovato a Villa Byzantine, l'opulenta dimora in stile orientaleggiante di proprietà dello storico Tancred Vane.

L'arma del delitto è una spada da samurai, uno dei numerosi oggetti stravaganti di cui il padrone di casa ama circondarsi. I sospetti ricadono immediatamente su Moon, che reagisce ostentando indifferenza alla notizia della morte della madre. Ma tra i probabili colpevoli figurano anche Melisande, rivale di Stella in amore, e lo stesso Tancred, che vede peggiorare la propria posizione quando, di lì a poco, un secondo omicidio profana il santuario kitsch di Villa Byzantine... Mentre gli interrogativi crescono, Antonia e Hugh si lanciano alla ricerca di una verità sfuggente, destreggiandosi con abilità e ironia tra false piste, doppie identità e indizi talmente perfetti da sembrare costruiti ad arte.