La felicità vuole essere vissuta. Chi va e chi resta a Borgo Propizio

La felicità vuole essere vissuta. Chi va e chi resta a Borgo Propizio

di Loredana Limone

È tempo di essere felici a borgo propizio! Dopo le scosse di terremoto, l'intero paese mette il cuore nella ricostruzione, intrecciando nuove imprevedibili storie nell'amatissimo borgo-che-non-c'è «Il piccolo borgo antico da cui ricominciare» - Il Venerdì «Curiosa e amena favola di Loredana Limone, ovvero la felicità lontano dalla pazza folla» - La Stampa «Un romanzo delicato come una favola.» - Marie Claire «Un felice debutto letterario tra l'ironia lacustre di Andrea Vitali e le note magiche di Joanne Harris in Chocolat» - Il Mattino «Succo di Limone concentrato.

Buon propizio vi faccia!» - Andrea Vitali Dopo il terremoto che aveva sconvolto la vita cittadina, a Borgo Propizio tutti si adoperano per tornare alla serenità. In questo fervore di iniziative, anche le esistenze degli abitanti seguono nuove strade e si intrecciano imprevedibilmente, mentre si attende con trepidazione la troupe televisiva che girerà il film sul leggendario fondatore, il principe Aldighiero. Ma ci sono troppe verità nascoste, troppi segreti che aspettano solo l'occasione giusta per essere rivelati e il momento non tarda ad arrivare...