La divina

La divina

di Sergio Pitol

"«La Moschea Blu!», esclamò poi con enfasi non necessaria, e con il medesimo tono sgranò un ininterrotto rosario di parole. «Santa Sofia! Hagia Sofia, come la chiamano loro! Il Corno d’Oro! Il Bosforo! Il Grande Bazar! Il mercato delle spezie, detto Bazar Egiziano! Il Pera Palace! Santa Irene! Istanbul è tutto questo!»" Questo romanzo, pubblicato per la prima volta in Messico nel 1988, ci permette di fare la conoscenza con uno dei più immaginifici personaggi della storia letteraria recente: la divina Marietta Karapetiz. Nel raccontare di un disastroso viaggio a Istanbul fatto ormai parecchi decenni addietro in compagnia di un amico ambiguo e della sua conturbante sorella, il suo più adorante e adirato discepolo, Dante de la Estrella, in una serata di tempesta narra a un divertito, allibito uditorio del suo incontro con l'indomabile "divino airone", fine intellettuale e antropologa, delle sue gesta memorabili e del suo carattere impossibile; e del goffo fallimento di un sogno, di un amore, di un'amicizia, e forse di una vita intera.