La quinta stagione

La quinta stagione

di Cosimo Damiano Damato

"La quinta stagione" per Cosimo Damiano Damato è incendio delle altre quattro. È l'amore di un barbaro che prova lo sgomento di farsi gentile.

L'amore al suo sprigionamento procura il ripudio di se stessi, l'identità acquisita nel monolocale. Anche un castello è tale, se abitato da solo.

L'amore qui sbaraglia, spoglia e non assomiglia a niente prima.

I versi sono salmoni che cercano di risalire una rapida, in obbedienza a un ordine di arrembaggio. Il vocabolario qui è trattato da energia rinnovabile." (Erri De Luca)