Testo e commento dei «Libri della Fisica» di Aristotele

Testo e commento dei «Libri della Fisica» di Aristotele

di Francesco della Marca

Francesco della Marca visse e operò nella prima metà del secolo XIV; fu discepolo del beato Giovanni Duns Scoto; insegnò come magister all'università di Parigi. In quest'opera, Francesco tratta a mano a mano, analiticamente, il testo della Fisica di Aristotele, ed esprime anche ciò che egli pensava a proposito della teoria esposta, o meglio delle diverse teorie riferite, che poi successivamente critica, e con Aristotele approva o disapprova, tutto ciò che viene riportato. In appendice a questo volume vengono inoltre pubblicate le traduzioni di altri testi di Francesco della Marca: l'esposizione Sul moto dei gravi, tratta dal Commento al IV libro delle Sentenze di Pietro Lombardo; una parte dell'Esame giudiziario che l'Inquisizione mosse contro di lui in quanto sostenitore di Michele da Cesena; gli Articoli che vengono ricavati dalla lettera di condanna; il Frammento di un'altra scheda nella stessa causa e la sua Abiura e confessione.